free html web site development software download

Alexander Calder
Teodelapio

Quando, nel marzo del 1962, Giovanni Candente invitò Alexander Calder a partecipare all’evento “Sculture nella città”, gli chiese di realizzare un Mobile che avesse svolto la funzione di arco trionfale all’ingresso della città e che ne fosse divenuto il simbolo.
Lo scultore americano rispose realizzando un bozzetto in lamiera, conservato all’interno della Galleria Civica d’Arte Moderna di Spoleto, che venne ingrandito 27 volte, dando così origine al primo di tanti Stabiles presenti oggi in molte città d’Europa e d’America. Il nome dell’opera deriva da quello di un duca longobardo che in una antica stampa è rappresentato con una corona dalle punte aguzze che ricordano quelle dello Stabile spoletino.

G. Carandente, Sculture nella città-Spoleto 1962, Spoleto, 2007

Informazioni utili

Indirizzo: Piazzale Polvani

Ente: Comune di Spoleto


Altri monumenti promossi dalla Spoleto Card

nelle vicinanze