free html web site development software download

Chiesa di San Gregorio Maggiore

La chiesa fu eretta in onore del martire spoletino Gregorio, il cui corpo, secondo la tradizione agiografica locale, sarebbe stato raccolto da una vedova di nome Abbondanza nel vicino anfiteatro romano e traslato nel sito dell’odierna chiesa, dove ella fondò già nel IV secolo un cimitero cristiano con un primo edificio ecclesiastico.
Circa nell’VIII secolo, un’altra Santa di nome Abbondanza avrebbe rinnovato la primitiva chiesa, che venne riedificata successivamente, fra il 1079 e il 1146. Come avvenne per molte altre chiese spoletine, anche San Gregorio subì parziali rinnovamenti nei secoli XIV, XVI e XVIII, ma nella prima metà del ‘900 alcuni interventi di ripristino hanno riportato l’edificio all’antico aspetto.
L’odierna facciata è preceduta da un portico cinquecentesco, mentre la parte superiore, trecentesca, è ornata da tre archi rincassati, il centrale dei quali ospita un affresco quasi scomparso realizzato nel 1413 da Giovanni di Corraduccio da Foligno. Della chiesa romanica rimangono la parte inferiore della facciata, la trifora, due rovinate statue collocate negli archi laterali, rappresentanti San Gregorio e San Barattale e il campanile costruito con pietre di spoglio provenenti da edifici romani ed altomedievali.
Alla sinistra del portico si apre la Cappella degli Innocenti, affrescata nella seconda metà del ‘500 con Storie di Santa Abbondanza e la Strage degli innocenti.
L’interno è a tre navate divise da colonne coronate da capitelli cubici e congiungenti archi a tutto sesto; il presbiterio è sopraelevato e triabsidato e permette l’accesso alla bellissima cripta. Le pareti della chiesa conservano numerosi frammenti della decorazione pittorica, soprattutto quattrocentesca, mentre nell’abside centrale, la cui pavimentazione è in parte ancora quella cosmatesca, sono visibili bellissimi affreschi del XII secolo che documentano la fioritura artistica spoletina nel periodo romanico.

L’Umbria, Manuali per il Territorio, Spoleto, Roma 1978, AA.VV., La basilica di San Gregorio Maggiore a Spoleto, Cinisello Balsamo 2002.

Informazioni utili

Indirizzo: Piazza Garibaldi

Ente: Archidiocesi di Spoleto - Norcia


Destinazione d'uso: Chiesa aperta al culto

Altri monumenti promossi dalla Spoleto Card

nelle vicinanze